facebook
linkedin
instagram

Via Rubicone, 15 RM (Parioli)

iconmailPaolaCoppola

Via dei Sanniti, 442 Atina (FR)

paola.coppola.nutrizione@gmail.com

+39 335 690 3506

Via Rubicone, 15 (RM)

Via Candia, 89 (RM)

Via dei Sanniti, 442 Atina (FR)

Via Candia, 89 RM (Prati)

iconmailPaolaCoppola

paola.coppola.nutrizione@gmail.com

+39 335 690 3506

logopersitoweb3
{

© Dott.ssa Paola Coppola, Via Rubicone, n.15 00198 - Parioli (RM) - C.F. CPPPLA72S65A486U - P.IVA 02321770600 - paola.coppola.nutrizione@gmail.com

DIETE LOW FODMAPs

Disegno G Tech Group - Sviluppo Gianluca Gentile

La sindrome da intestino irritabile (IBS), con le patologie infiammatorie intestinali (IBD), sono tra i disturbi gastrointestinali più diffusi.​

Disegno e sviluppo G Tech Group

La loro natura è cronica e caratterizzata da episodi occasionali anche non gravi, come gonfiore e tensione addominale, diarrea, crampi o stipsi persistente, meteorismo, flatulenza, bruciore di stomaco, nausea che  possono provocare disagi nello svolgimento delle attività quotidiane.​

Secondo recenti ricerche una dieta potrebbe costituire un primo intervento efficace per il trattamento di queste patologie.​

Nello specifico, un gruppo di ricercatori della Monash University di Melbourn ha sviluppato una dieta a basso contenuto di FODMAPs (Oligosaccaridi, Disaccaridi e Monosaccaridi Fermentabili e Polioli). FODMAPs sono zuccheri a catena corta, che in alcune persone vengono difficilmente assorbiti nel tratto gastro-intestinale e provocano i maggiori sintomi addominali.​

Studi incrociati hanno poi dimostrato che riducendo il consumo di FODMAPs diminuiscono di conseguenza anche i sintomi dei disturbi gastrointestinali almeno nel 70% dei casi, ufficializzando così la dieta low-FODMAPs come intervento terapeutico per tali disturbi.​